Tag Archives: Teatro i

A tu per tu con Werner Waas, Lea Barletti e Simona Senzacqua

“È questo che mi piace in Bonn Park: un percepire nuovo del mondo”     Il più solissimo George (l’ultima tartaruga gigante) ha abbandonato il palco e vaga nostalgico per le vie di Milano, la Didascalia e Raperonzolo siedono a fumare interminabili sigarette, le cui braci continuano a spegnersi e accendersi nel buio. Laconicamente esauritosi Tristezza & Malinconia, i ragazzi del Liceo Parini riempiono le prime file di Teatro I per incontrare la compagnia; di fronte a loro Werner Waas (in accappatoio verde e calzini), Leggi tutto →

C’è un diritto dell’uomo alla codardia – recensione di Giorgio Chiappa

Cosa non riesce a convincere del tutto in C’è un diritto dell’uomo alla codardia? Non certo le mancanze tecniche di regia o degli attori, ma il fatto che l’insieme sembra assumere, a tratti, i contorni di un esercizio di stile piuttosto freddo. A più riprese, gli stessi attori si interrogano (rivolgendosi forse anche al pubblico, implicitamente), su “cosa sia questo teatro” che stanno proponendo, ne lamentano ironicamente l’assenza di un’azione unitaria o di uno svolgimento immediatamente comprensibile: ma la mossa finisce per ritorcersi contro di Leggi tutto →

C’è un diritto dell’uomo alla codardia: un progetto di drammaturgia collettiva a Teatro i

Teatro i, sotto la guida di Renzo Martinelli e Francesca Garolla, lancia il progetto TO PLAY, un esperimento collettivo che coinvolge quattro drammaturghi molto giovani e sei attori appena diplomati, chiamati a collaborare per creare insieme uno spettacolo. Un’opportunità – oggi piuttosto rara – di mettersi in gioco nella scrittura teatrale e di crescere attraverso il confronto e lo sguardo dell’altro. Punto di partenza del lavoro è un testo del tedesco Heiner Müller (1929-1995), uno dei più autorevoli drammaturghi europei del secondo Novecento. In Germania Leggi tutto →