Slot Machine – Kit di sopravvivenza

Libri: Il giocatore – di Fëdor Michajlovič Dostoevskij Il gioco d’azzardo era un tema particolarmente sentito dal buon Fëdor, il quale scrisse questo breve romanzo proprio per far fronte ai debiti di gioco. Gioco all’Alba – di Arthur Schnitzler La parabola discendente di un ufficiale austriaco che, nel giro di una notte, si trova a mettere sul piatto delle vincite vita e onore.   Film: 21 – Black Jack di Robert Luketic (2008) La storia vera di un gruppo di studenti del MIT che per Leggi tutto →

Recensione di Doriana Balzano, Primo Levi di Bollate: lo splendore dei supplizi

di Fibre Parallele visto al Teatro Ringhiera L’ossimoro “Lo splendore dei supplizi” che troviamo nel titolo annuncia che si tratterà di uno spettacolo controverso. A sinistra, poco più avanti del sipario, seduto su di un’antica sedia di legno scuro, vigila attento un boia incappucciato (Mino Decataldo). In un silenzio religioso ascolta e osserva, attendendo che i personaggi si puniscano autodistruggendosi.Vengono rappresentate quattro storie e i due attori (Licia Lanera e Riccardo Spagnulo) interagiscono tra di loro scambiandosi i ruoli di scena in scena. Quattro storie Leggi tutto →

Recensione di Ottavia Carissimo, Collegio San Carlo: Corazòn Corazòn

di Compagnia Bettini-Colombo-Molnàr visto al Teatro Verdi Silenzio in sala. Il primo personaggio, completamente vestito di nero, entra nel teatro e si siede tra il pubblico. Inizia così lo spettacolo Corazòn, Corazòn: un’innovativa rappresentazione teatrale che riesce a far convivere la presenza dei burattini, spesso associati all’infanzia, con la storia quasi drammatica di una donna romana costretta a vivere il declino del proprio e affezionatissimo teatro. Già il fatto che si tratti di una vicenda avvenuta realmente muta il pregiudizio dello spettatore incline a considerare Leggi tutto →

Recensione di Giacomo Riva, Liceo musicale G. Verdi: Corazón Corazón

di Compagnia Bettini-Colombo-Molnàr visto al Teatro Verdi “Buonasera. Sono la morte. Buon divertimento”. Con questo timido saluto, simile quasi ad un tetro “memento mori”, si apre Corazón Corazón, intrigante gioco metateatrale diretto da Giulio Molnàr in scena al teatro Verdi il 20 e 21 Marzo: la morte, umoristicamente incarnata nello stesso Molnàr, si mescola tra il pubblico per assistere con trepidazione agli spartani ed audaci spettacoli del teatro Morlupi, la cui grande protagonista è l’omonima padrona (interpretata da Francesca Bettini); spettacoli forse troppo audaci, tanto Leggi tutto →

Recensione di Alessandro De Vecchi, ITCS P. Levi: Genesiquattrouno

Genesiquattrouno di e con Gaetano Bruno e Francesco Villano visto al Teatro i   Genesiquattrouno è una riflessione sul rapporto di fiducia, una storia d’amore e odio fraterno che segue le vicende della Bibbia narrate nel capitolo 4, versetto 1. Caino lavorò la terra, Abele fu pastore di greggi. Quando fu il momento di offrire i propri guadagni in sacrificio al Signore, quelli di Caino non vennero apprezzati. L’irritazione di quest’ultimo si trasformò nell’atto estremo dell’omicidio. Da qui comincia Genesiquattrouno. Abele è già morto e Leggi tutto →

Recensione di Alma Pandini, Liceo Classico Parini: La Gabbia (figlia di notaio)

La Gabbia (figlia di notaio) di Stefano Massini regia di Renato Sarti visto al Teatro della Cooperativa   Sul palco si incontrano una madre e una figlia dopo undici anni di silenzio. La prima è una scrittrice, furba e supponente. La seconda una brigatista, rinchiusa in prigione. Il silenzio che le ha divise non solo durante quegli anni, ma per tutta la durata del loro precedente rapporto, le lega fin da subito in una delle tante gabbie mostrateci dal testo e dalla scena, conquistandosi il Leggi tutto →

Recensione di Francesca La Sala e Valentina Liva, IPIA Rosa Luxemburg: Zanardo, Costanzo, Asante Kenya

Lorella Zanardo “Senza chiedere il permesso” Milena Costanzo “Cake design” Performance acrobatica di Asante Kenya Visto al Teatro PimOff   Il 23 marzo alle ore 19:00 al teatro Pim Off, è andato in scena lo spettacolo che vede come protagoniste due donne: Lorella Zanardo e Milena Costanzo, che affrontano lo stesso argomento: la condizione della donna nella nostra società. Uno spettacolo fuori dai soliti schemi, originale, che apre gli occhi verso cose che a noi sembrano normali, quotidiane, mentre invece, se prestiamo attenzione, possiamo vedere Leggi tutto →

Recensione di Luca Marannino, Liceo Classico Berchet: Cassandra

Cassandra di Christa Wolf regia di Francesco Frongia visto al Teatro Elfo Puccini   Dare voce alla donna che non era mai stata ascoltata. Forse era questo lo scopo principale della scrittrice tedesca Christa Wolf quando nel 1983 pubblicò il breve romanzo-monologo “Cassandra”, in cui la sacerdotessa, figlia di Priamo, prossima alla morte, racconta la propria storia e forniva la propria personale versione sulla guerra di Troia. Oggi il testo della Wolf rivive grazie ad uno spettacolo in programma al teatro “Elfo Puccini” di Milano Leggi tutto →