Archivio autore: Redazione

Fibre parallele

Nome: Fibre parallele Professione: Compagnia teatrale Segni particolari: Fibre Parallele nasce nel 2005; il nucleo della compagnia è costituito da Licia Lanera e Riccardo Spagnulo che lavorano insieme dal 2003. Il loro primo spettacolo è Mangiami l’anima e poi sputala, vincitore di numerosi premi. Dei due anni successivi sono il monologo 2.(DUE) e lo spettacolo Furie de Sanghe – Emorragia cerebrale, lavori portati anche in Francia, a Chambéry e a Parigi. A Novembre 2009 Lanera e Spagnulo curano la direzione artistica della sezione teatrale di Leggi tutto →

Domanda del giorno: “Corazòn Corazòn”

Prima di oggi, sapevi cosa fosse il teatro di figura? Hai mai assistito ad uno spettacolo di questo genere, o pensi che ti potrebbe piacere? So che cos’è, ne abbiamo parlato a scuola, ma non ho mai visto uno spettacolo di questo tipo. (Enrico, 17 anni, liceo musicale del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano) Il teatro di figura lo conosco fin da quando ero bambino, ho assistito ad alcuni spettacoli di burattini ma da allora non l’ho più frequentato. Comunque è una cosa che mi Leggi tutto →

Istantanea da “Corazón corazón” in scena al Teatro Verdi

Una signora in vestaglia raccoglie uno ad uno i lustrini d’oro, lanciati a terra durante l’ultimo spettacolo. Il suo sguardo, come suggerisce la voce narrante, potrebbe perdersi in quest’azione per ore: è alla ricerca di quel granello di speranza, forse l’ultimo rimasto, che ha gettato sul palco di un teatro miseramente vuoto. La signora Morlupi ama il suo teatro come si può amare un tempio, si sente custode e baluardo di quelle piccole presenze che lo popolano: dalla luce verde scintillante del cartello “Uscita di Leggi tutto →

Istantanea da “Il grande mago” in scena al Teatro Franco Parenti

Due piedi scalzi calcano le assi del palco, due mani illuminate tracciano figure nell’aria. Una voce ferma e femminile scandisce: “Mi riconoscerai o mi guarderai le mani come un doganiere?”. Siamo proprio sul confine, qui. La sala AcomeA del Teatro Franco Parenti accoglie i giovanissimi partecipanti alla prima serata di Acrobazie Critiche, e come una biblica balena si richiude su di loro immergendoli nel buio. In scena, solo una sedia. Intorno a questa scenografia dell’immaginario l’attore delinea con poche, significative parole un quadro di toccante Leggi tutto →

Giulio Molnàr

Professione: Attore, autore e drammaturgo. Segni particolari: Nasce nel 1950 da una famiglia di origine ungherese, vive a Longiano, piccola cittadina romagnola, ma si dedica a progetti in tutta Europa. Prima di occuparsi di teatro, è stato saltatore con gli sci nella nazionale ungherese. Attualmente è docente alla Scuola d’Arte Drammatica Ernst Busch di Berlino presso la facoltà di Teatro di Figura e da anni dirige e promuove laboratori di ricerca finalizzati allo studio dell’improvvisazione creativa, un’improvvisazione cioè che nasce dal rapporto tra attore e Leggi tutto →

Domanda del giorno: “Il Grande Mago”

Ai giorni nostri, quale funzione pensi dovrebbe svolgere il teatro? Il teatro dovrebbe avvicinarci a temi che non conosciamo e liberarci dai pregiudizi che abbiamo. (Sofia, 15 anni, Liceo Tito Livio) Io associo il teatro al vecchio, secondo me non è moderno, siamo in un’epoca in cui è importante ciò che passa dalla televisione o dal cinema. (Pietro, 15 anni, Liceo Tito Livio) Come percepisci la tematica centrale dello spettacolo che stiamo per vedere(il problema di scegliere liberamente la propria identità sessuale)? Anche se temo Leggi tutto →