Universi virtuali, relazioni reali

Il tema del virtuale è quanto mai urgente e attuale: per questo dedichiamo un percorso all’esplorazione degli “universi virtuali” ponendo al centro del percorso la riflessione su come prendono forma le relazioni, tanto nel mondo reale quanto in quello di internet. Obiettivo principale è permettere ai ragazzi di maturare un pensiero critico e di ragionare sulla relatività e sulle possibilità offerte dai molteplici mondi con cui hanno a che fare quotidianamente.


SPETTACOLI PERCORSO:

ENA
di Roger Bernat

29 ottobre – 5 novembre 2020
La performance avviene in classe attraverso l’utilizzo di una app. 

“ENA”, progetto di home theatre ideato nei mesi di lockdown dal catalano Roger Bernat, invita il pubblico a entrare in relazione, attraverso l’utilizzo di una app, con un’intelligenza artificiale. Direttamente dai banchi di scuola gli studenti saranno chiamati a interagire con ENA attraverso domande, inviti e indicazioni che compariranno sui loro cellulari. Il lavoro permette di avere un confronto faccia a faccia  con un “finto” essere umano, che non sarà fine a sé  stesso, come spesso capita quando abbiamo a che fare  con bot nati a scopo commerciale: dai dialoghi tra  studenti e l’intelligenza artificiale nascerà infatti un  vero e proprio testo teatrale.

(Performance in inglese)

produzione: Theatre Lliure (Barcellona)
creazione: Roger Bernat
con la partecipazione di: Roberto Fratini, Renato Gabrielli,
Magdalena Barile

*THE MOUNTAIN – spettacolo
(28 – 29 novembre 2020, Zona K)

Come possiamo distinguere il vero dal falso? In un mondo sempre più popolato da intelligenze artificiali, robot e fake news, come si può rilevare e quindi disattivare una menzogna? Agrupación Señor Serrano propone una riflessione proprio su questi temi, a partire da un’indagine che chiama in causa il pubblico attraverso la condivisione di un chiaro dato statistico: in media ognuno di noi mente tre volte al giorno. Esiste dunque la verità? E come possiamo trovarla?

Rispondi