I-generation

In un momento storico in cui gli adolescenti e i loro diritti sono messi in discussione, proponiamo un percorso che rimette al centro la prospettiva dei giovani, con uno sguardo privo di quei pregiudizi che spesso caratterizzano il mondo degli adulti. Cosa significa essere adolescente oggi? I dispositivi e le nuove tecnologie diventano strumenti virtuosi e indispensabili per instaurare una conversazione intergenerazionale.


SPETTACOLI PERCORSO:


PLAY ME (ORIGINS PROJECT)
di Codicefionda – Agrupación Señor Serrano

5-15 novembre 2020
Zona K

Un bottone. Un giocatore. Uno schermo. Ecco i nuovi barbari. Incomprensibili agli occhi del mondo adulto. Gli adolescenti, iperconnessi e fragili, terrorizzati e attratti dall’immagine di sé sui “social media”, esperti conoscitori di “sexting”, “video-game” e “binge drinking”, possessori di SmartPhone come prolungamento del proprio corpo. Ma cosa sappiamo degli adolescenti di oggi? Un corto circuito narrativo dalle origini del videogioco alle origini dell’iGeneration. Un percorso di creazione che racconta le nostre identità — reali e virtuali — grazie al confronto tra generazioni.

produzione: Zona K (Milano)
creazione: Codicefionda (Torino)
consulenza drammaturgica: Agrupación Señor Serrano

*ENA – school theatre

A complemento della visione di PLAY ME (ORIGINS PROJECT), gli studenti avranno la possibilità di seguire, direttamente dai banchi di scuola, una seconda performance che chiama in causa il mondo virtuale. “ENA”, progetto di home theatre ideato nei mesi di lockdown dal catalano Roger Bernat, invita il pubblico a entrare in relazione, attraverso l’utilizzo di una app, con un’intelligenza artificiale. Obiettivo del lavoro è la composizione di un testo teatrale che nascerà proprio dai dialoghi tra gli studenti e l’intelligenza artificiale. (Performance in inglese)

Rispondi