Progetto S.O.S. – School on Stage

Il 7 giugno 2017 alla Fabbrica del Vapore è andato in scena S.O.S. School on stage.

Un sal8teatrale che ha visto in scena i ragazzi di vari licei e istituti di Milano e, in veste di critici, i giovani che hanno partecipato ad Acrobazie Critiche 2017.

Fare teatro, guardare teatro, scrivere di teatro.

Un pomeriggio di full immersion fra scuola e teatro di ricerca in compagnia dei performer indipendenti di IT Festival.

La premiazione del concorso di critica teatrale dei ragazzi di Acrobazie Critiche, arricchito dal progetto #sal8teatrale finanziato da Fondazione Cariplo e sostenuto dal Comune di Milano, è diventata un’occasione per far dialogare fra loro i giovani che in Lombardia si occupano di teatro e scuola.

Cinque performance tra i laboratori del progetto LAIV di Fondazione Cariplo e cinque spettacoli indipendenti scelti dal programma di IT Festival sono stati visti dai finalisti di Acrobazie Critiche.

I ragazzi hanno prodotto delle brevi critiche, dell’estensione di un POST IT, per dare voce con immediatezza degli spettacoli visti.

I vincitori selezionati – secondo un criterio che premia  le competenze di scrittura, le capacità di sviluppare empatia e la rapidità nel reagire agli stimoli – sono stati premiati in occasione di un TALK IT presso la Fabbrica del Vapore.

Presenti all’incontro erano la Vicesindaco di Milano e Assessore all’Educazione e all’Istruzione Anna Scavuzzo, il Vice-direttore del Settore Arte e Cultura di Fondazione Cariplo, Andrea Rebaglio.

Il premio dell’edizione 2017 di Acrobazie Critiche 2017 prevede un viaggio in uno dei festival di teatro più significativi del panorama Italiano: Santarcangelo di Romagna.

I vincitori saranno accompagnati dai coetanei del progetto europeo T.E.E.N (che vede adolescenti Lombardi in rete con loro “colleghi” in Danimarca e Norvegia).

I vincitori di Acrobazie Critiche 2017 e gli adolescenti di TEEN incontreranno i ragazzi del progetto Wash up ideato e realizzato dalla neo direttrice Eva Neklyaeva in collaborazione con 7 teenagers tra i 13 e i 19 anni. Con Wash Up, Eva Neklyaeva, ha affidato a questo gruppo di giovanissimi la possibilità di immaginare e organizzare come suoi co-curatori una serie di appuntamenti artistici, dedicati ai loro coetanei, nel teatro il lavatoio di Santarcangelo.