I finalisti – progetto LAIV – La classe non è Dante…

Il 7 giugno 2017 alla Fabbrica del Vapore è andato in scena S.O.S. School on stage.

Un sal8teatrale che ha visto in scena i ragazzi di vari licei e istituti di Milano e, in veste di critici, i giovani che hanno partecipato ad Acrobazie Critiche 2017.

I ragazzi finalisti di Acrobazie Critiche 2017 si sono divisi in cinque sale differenti e hanno visto, prima di produrre le loro critiche flash su un POST IT, una delle cinque performance tra i laboratori del progetto LAIV di Fondazione Cariplo.

La classe non è Dante…

Liceo delle Scienze Umane e Linguistico G. AGNESI, Prof. Annarosa Bosco

Gruppo: Scuola Paolo Grassi

Operatore: Fabio Banfo

Sinossi: A partire da improvvisazioni basate sulla loro vita reale, gli studenti passeranno, senza soluzione di continuità, a recitare brani celebri dell’Inferno, andando e venendo continuamente dalle suggestioni di Dante alla loro realtà, in un gioco che più che attualizzare la Commedia, vuole far loro comprendere la profonda umanità e contemporaneità dei temi trattati. Uno spettacolo corale, che mira a far specchiare gli studenti nell’universo poetico di Dante. E lui in loro.

Alberto Besozzi, finalista di Acrobazie Critiche 2017 con la recensione di Le buone maniere:

Reinterpretazione in chiave moderna del V Canto dell’Inferno di Dante che, attraverso giochi di luce e movimento costante degli attori sul palco, viene presentata con ritmo ed energia. La varietà degli attori in scena sottolinea l’attualità della rappresentazione e la sua capacità di catturare appieno l’attenzione del pubblico. Effettivamente, nonostante la Divina Commedia sia tanto antica, lo spettacolo riesce a cogliere totalmente l’interesse del pubblico.

Ida Franciolli, finalista di Acrobazie Critiche 2017 con la recensione di Un alt(r)o Everest: