I finalisti – progetto LAIV – La modernità delle opere classiche

Il 7 giugno 2017 alla Fabbrica del Vapore è andato in scena S.O.S. School on stage.

Un sal8teatrale che ha visto in scena i ragazzi di vari licei e istituti di Milano e, in veste di critici, i giovani che hanno partecipato ad Acrobazie Critiche 2017.

I ragazzi finalisti di Acrobazie Critiche 2017 si sono divisi in cinque sale differenti e hanno visto, prima di produrre le loro critiche flash su un POST IT, una delle cinque performance tra i laboratori del progetto LAIV di Fondazione Cariplo.

La modernità delle opere classiche ripercorre vari momenti della condizione umana

I.I.S. S. ALLENDE, Prof. Rossana Padovani

Gruppo: Associazione Beethoven

Operatore: Valentina Tropiano

Sinossi: La modernità delle opere classiche ripercorre vari momenti della condizione umana. La sofferenza e il conflitto interiore possono sfociare in scelte diverse. Al teatro il compito di restituire la tragicità del conflitto interiore di Aiace e del pessimismo della condizione umana; alla Klezmer music del coro e dell’orchestra la trasformazione della sofferenza per la discriminazione in momenti di orgoglio per la propria identità nazionale.

Gaia Castellini, finalista di Acrobazie Critiche 2017 con la recensione di Fuori Misura:

Passione e entusiasmo sono le caratteristiche dei giovani attori che oggi hanno interpretato i vari personaggi protagonisti di Aiace. Ciononostante ho trovato l’opera confusionaria e poco comprensibile. Cercando di dare originalità e dinamicità allo spettacolo si è in realtà perso quell’equilibrio tra gli attori che è piacevole per il pubblico. Trovo tuttavia importante sottolineare la bravura dei performer che senza oggetti di scena e con poche musiche azzeccate di sottofondo sono riusciti a trasmettere le emozioni e la follia che caratterizzano il personaggio di Aiace.