Sguardi dalla platea, Teatro Ringhiera

Quando ci si sente spettatori?

Cosa colpisce in uno spettacolo il giovane pubblico?

Prima e dopo lo spettacolo Un alt(r)o Everest, di e con Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi, Acrobazie Critiche ha chiesto al giovane pubblico di rispondere ad alcune domande sul mondo dello spettacolo dal vivo…

Lo sguardo, critico e personale, di una platea, soprattutto di giovani è fondamentale per la realizzazione di un’opera, non solo teatrale. Questo è il motivo che ci ha spinto a chiedere proprio ai ragazzi cosa vuol dire essere parte di un audience, quali sono le differenze tra teatro, cinema, mostre e concerti, quali sono i primi ricordi che hanno legati all’essere spettatori.

Noemi, Alice, Sara e Gaia del Liceo artistico di Brera e Giovanni e Andrea del Liceo scientifico Volta di Milano ci hanno risposto così…

Dopo lo spettacolo Un alt(r)o Everest, andato in scena al Teatro Ringhiera, abbiamo chiesto a Alessandro e Stefano, del Liceo scientifico Volta di Milano, quali sono state le loro impressioni e cosa pensano rimarrà nei loro ricordi più a lungo di questo spettacolo…